La cauzione, cos'è?

Il deposito cauzionale, o cauzione, viene fissato dal proprietario. La legge non definisce né l'importo minimo, né la percentuale, tuttavia i prezzi praticati sul sito variano dai 500 ai 2000 €.

Il deposito cauzionale può essere versato sotto forma di assegno, contanti o bonifico. La cauzione ha la funzione specifica di garanzia preventiva a fronte di tutti i possibili danni e inadempimenti del conducente/viaggiatore non rimborsarti dall'assicurazione (es: danni interni al veicolo, utensili da cucina, tavolo da picnic, pulizia non effettuata, veicolo restituito con meno carburante rispetto al momento della partenza, ecc).

In caso di sinistro o altro danno esteriore al veicolo, la cauzione sarà trattenuta dal proprietario per coprire la franchigia applicabile dall'assicurazione di riferimento.


Quando viene restituito il deposito cauzionale al viaggiatore?

Se non vi sono danni constatati durante l'ispezione del veicolo e non viene segnalata nessuna anomalia nella scheda sullo stato del veicolo (da compilare obbligatoriamente prima e dopo il viaggio), il deposito cauzionale viene integralmente rimborsato il giorno stabilito per la riconsegna del veicolo. 

Se invece vengono segnalati dei danni durante l'ispezione del veicolo, il proprietario tratterrà la cauzione e richiederà un preventivo ad un'officina specializzata. Il viaggiatore potrà in seguito accettare il preventivo o richiederne un secondo. Successivamente il proprietario sosterrà le spese necessarie di riparazione, giustificate da ricevuta fiscale e/o fattura, e restituirà l'importo rimanente della cauzione.

In caso di superamento del chilometraggio prestabilito, carburante mancante, pulizie parzialmente o totalmente non effettuate, è preferibile un regolamento immediato al momento del ritorno.